Inutili riflessioni: sincerità, frustrazione, libri, sogni stupidi

Come si torna a scrivere su un blog che non viene aggiornato con costanza da circa sei mesi? Si fa finta di niente? Ci si prodiga in scuse francamente poco credibili?
Non ho una risposta, so solo che è difficile e che il tasto delete è molto più di una tentazione.

Continua a leggere…

Annunci

Ultime letture

Dopo un periodo abbastanza lungo, credo più di un mese, in cui non ho letto nulla se non il fumetto del Girls Talk Comics (qui tutte le spiegazioni) verso metà aprile ho ripreso a leggere e oggi vi voglio parlare dei tre libri che ho letto ultimamente.
Quindi, incredibilmente, ecco un post in cui parlo di libri! Tenetevi forte per un viaggio entusiasmante (come no) tra cocenti delusioni, libri che mi hanno lasciato interdetta e autori che sono una certezza.
Questo è il menù che oggi offre la casa, buona lettura!

Continua a leggere…

Cinque libri che mi sono entrati nel cuore #5coseche

Buon venerdì. Dopo tantissimo tempo torna l’appuntamento con il #5coseche*, questa volta sarà molto facile rispondere perché si parla di libri che mi sono entrati nel cuore.
Magari cerco di non nominarvi i miei preferiti che, se siete passati almeno un paio di volte da queste parti, sapete benissimo quali siano.

Just the title of the post.
Nuova immagine per questo tipo di post, non mi convince al 100% comunque meglio del tristissimo sfondo bianco.

Continua a leggere…

Struggles

In questo periodo fatico a leggere.
Mettere queste parole nero su bianco rende il tutto più reale. Una parte di me si giustifica dicendo che è stanca, che ha molti impegni; l’altra sostiene che se volessi veramente leggere il tempo lo troverei. Probabilmente la verità sta nel mezzo.
Il “problema” più grande è che se fatico a leggere non so proprio di cosa parlare qui perché, a una certa, le mie inutili riflessioni sono veramente inutili e dei post che sembrano semplici e banali, come i book tag, diventano per me uno sforzo enorme per non ripetere sempre le stesse risposte, per cercare di far conoscere libri che a me piacciono e magari si scostano da quelli di cui si parla di più.
A volte mi sento intrappolata in questo schema, altre volte me la prendo con me stessa perché mi sento incapace di mantenere un ritmo come tutti gli altri, mi faccio prendere da un “complesso di inferiorità” del blogger assolutamente inutile.
Non sono qui a cercare facili complimenti e pacche sulle spalle, volevo solo cercare di spiegare, come al solito in maniera confusa perché qui i post latitano. Ora la scusa è che non riesco a leggere, prima un’altra, poi un’altra ancora. Mi spiace tanto, e non per la “fama” o per avere collaborazioni ecc., bensì perché mi pare di mancare a qualcosa che so potrei fare, perché mi fa sentire incapace di gestire il mio tempo.

Passerà. Almeno lo spero. E spero di tornare presto a parlarvi di libri.
A presto e buone letture!

Girls talk comics. Melmo – I bonbon magici di Lilly di Osamu Tezuka

Cosa accade quando una giovane mamma muore lasciando da soli i suoi bimbi e come atto di gentilezza le viene concessa l’opportunità quella di donare alla sua bambina delle caramelle magiche che la faranno invecchiare o ringiovanire a suo piacimento?
Tecnicamente ben poco, solo che la storia è tra le mani del Dio dei manga e quindi vale la pena di leggerla e parlarne.

La copertina dell’edizione italiana di Melmo, se non unica edizione occidentale di questa opera del maestro Tezuka. Con su il bollino del Girls talk comics ovviamente!

Continua a leggere…

Aggiornamenti di lettura 2019/1

Siamo già quasi a metà marzo e io non ho ancora parlato di nessuno dei libri che ho letto in questo 2019, ho pensato quindi di fare un mega appuntamento (per numero di titoli) con gli aggiornamenti di lettura per poi ritrovare una sorta di cadenza regolare. Tra gennaio e febbraio ho portato a termine una decina di titoli (e un paio non li ho conclusi perché anche basta portare a termine i libri a ogni costo) tra cui spicca la conclusione di una saga a cui sono molto affezionata e un libro di non fiction che non riesco bene a inquadrare. Vediamo di dire qualcosa, per ora, sui libri letti a gennaio.

Continua a leggere…